Curiosità
Cos'è lo Spread sul mutuo?
Lo spread del mutuo

In maniera sintetica potremmo definire lo spread come il guadagno della banca che eroga il mutuo,...Leggi tutto

Cos'è l'Arbitro Bancario Finanziario?
L'AIF, l'Arbitro Bancario Finanziario

Avete problemi con la Banca o la Finanziaria? Ricordate che potete rivolgervi anche all'Arbitro B...Leggi tutto

Il portale dei Mutui, tanti consigli utili per scegliere il Mutuo adatto

I Mutui, cosa sono e come si ottengono

Il mutuo è un prestito solitamente richiesto per l'acquisto o la ristrutturazione di immobili, seppure non manchino mutui motivati da esigenze di liquidità, la cui durata può variare tra i 5 ed i 30 anni.

Esistono numerosi tipi di mutui, ma in generale possiamo distinguere tra i mutui chirografari, i quali non prevedono garanzie reali fondandosi esclusivamente su un contratto tra il mutuante (la banca) ed il mutuatario (il debitore), ed i mutui fondiari, i quali contemplano determinate garanzie.

Nel dettaglio nella grande famiglia dei mutui fondiari troviamo i ben noti mutui ipotecari, nei quali la garanzia è rappresentata da un'ipoteca di primo grado sull'immobile che si è i procinto d'acquistare o ristrutturare, quelli su pegno, i mutui cambiari ed infine i mutui fideuissori.

Già da questa prime informazioni comprendiamo come le proposte in fatto di mutui siano in grado di venire incontro alle diverse esigenze di numerose persone che, per realizzare i propri progetti, necessitano di un finanziamento da restituire nel medio-lungo periodo.

La lunga durata è in effetti uno degli aspetti più vantaggiosi del mutuo, seppure vada ricordato che dilazionando la restituzione nei decenni aumentano inevitabilmente gli interessi da pagare alla banca.

In altri termini è più conveniente un mutuo da estinguere in 5 piuttosto che in 25 anni, ma ovviamente per decidere quale sia la strada più praticabile è doveroso valutare realisticamente le possibilità di far fronte al pagamento puntuale delle rate.

In via generale l'ammontare della rata non dovrebbe superare in terzo della disponibilità del richiedente il mutuo, al fine di consentirgli di far fronte alle spese correnti ed eventualmente affrontare quelle impreviste con serenità, anche alla luce del fatto che si tratta di un finanziamento vincolante per numerosi anni.

Non dobbiamo, tuttavia, dimenticare che vi sono strade da percorrere per rivedere il piano d'ammortamento, come ad esempio la rinegoziazione con la propria banca, oppure la sostituzione o la surroga con un diverso istituto di credito delle quali tratteremo in seguito.